Paul Cezanne

È necessario affrettarsi se si vuole vedere qualcosa, tutto scompare.

Doretta Gerevini, vive a Castel Goffredo.

Il suo interesse per la fotografia, nato inizialmente come una passione strettamente legata alla sua vita e ai suoi rapporti, si è poi sviluppato nel tempo.

Nel 2001 è stata allieva dell’Accademia Internazionale di Fotografia Contemporanea del Prof. Ken Damy a Brescia e dei maestri Jean Jansiss sul ritratto e Raphael Navarro sul linguaggio del corpo.

Ha esposto in varie mostre collettive, con un gruppo di amici con i quali ha fondato il gruppo fotografico “2000EUNDICI”.

Nel 2005 diventa socio Fiaf. Sempre nel 2005 ha curato la copertina di un libro di poesie “Fragili apparenze”.

Nel 2006 ha frequentato un Workshop sul reportage tenuto da Alex Majoli, fotografo

Professionista della Magnum e nel 2007 un Workshop con il fotografo professionista Robert Marnika. Sempre nel 2007 l’incontro importante e costruttivo con Cristina Paglionico, critica fotografica Docente DAC e Vice Presidente della FIAF, ha orientato in modo significativo il suo percorso formativo. In seguito ha frequentato Workshop sul tema del Ritratto, organizzato dalla FIAF, presso il Centro Italiano della Fotografia d’Autore a Bibbiena (Arezzo) e tenuti da fotografi professionisti come: Giovanni Marrozzini, Filiberto Gorgerino, Joe Oppedisano.

Nello stesso anno espone i propri scatti in una mostra collettiva presso il CIFA a Bibbiena dal titolo “Il volto di un paese”.

Inoltre ha frequentato un Workshop sulla “Street Photography”, uno sull’ “Utilizzo dei Livelli e Bianco e Nero Fine Art” ed uno sulle tecniche di scatto con il Flash Cobra con la fotografa e Guru di Adobe, Marianna Santoni.

Nel 2008 ha frequentato un corso sulla stampa in Bianco e Nero Multigrade.

Nel 2009 ha curato la copertina di una raccolta di racconti “Il rumore degli occhi”.

Nel 2010 ha esposto presso Villa Di Bagno, a Mantova, la sua prima personale “Lievi scatti, forti emozioni”, riproposta nel 2011 a Castel Goffredo e ad Acquafredda, dove ha esposto anche immagini scattate in occasione del 150° dell’Unità d’Italia.

Nel 2012 ha frequentato un Corso sul Ritratto tenuto da Joe Oppedisano a Cavriana (MN) e ha partecipato ad un Workshop tenuto da Fotografia Professionale a Reggio Emilia dal titolo “Flash my life”.

Nel 2013 ha esposto una serie di ritratti in Bianco e Nero, presso Villa Balestra a Rodigo (MN) “Fotogrammi delle emozioni del tempo”.
Dall’inizio del 2013 fa parte del Consiglio Direttivo del Fotoclub “Il Castello” di Castel Goffredo, attualmente ricopre la carica di Vice Presidente.
Nell’Ottobre del 2013 presenta la sua seconda personale “Argento” a Castel Goffredo (MN), presso Palazzo Gonzaga Acerbi, risultato di un progetto durato un anno nella Casa Albergo “Il Gelso” del suo paese; mostra riconosciuta dalla FIAF.
Nel 2014 partecipa a diverse manifestazioni nazionali di letture portfolio con una quindicina di immagini del progetto “Argento”, ottenendo ampia approvazione.
Sempre nel 2014 ha collaborato alla pubblicazione del catalogo di una collezione privata fotografandone i dipinti, dal titolo “Vanni Viviani nella collezione Alexandro Belotti”.
Nel 2015 ha partecipato ad un workshop con Silvia Camporesi “Fare Arte: Creatività e progettualità nella fotografia contemporanea”, e a Settembre 2015, come evento correlato al Festivaletteratura a Mantova, ha presentato il libro fotografico “Argento” riproponendo l’omonima mostra fotografica; entrambi riconosciuti dalla FIAF.
Nel 2016 ha partecipato ad un Workshop con il fotografo professionista e fotoreporter, Giovanni Marrozzini “Memorie allo specchio” organizzato da Mantova Creativa a Mantova.

E’ stata invitata a partecipare al Festival della Fotografia a Castelnuovo di Porto –Roma- con il libro fotografico “Argento”; l’omonima mostra fotografica è stata esposta a Milano presso la Fondazione Luigi Clerici in occasione del Convegno Regionale dell’Associazione Italiana Fisioterapisti e si è classificata al 2° posto nel concorso fotografico organizzato dal Servizio Volontario Internazionale di Brescia con una fotografia facente parte il progetto “Argento”.

Dal 2016 viene chiamata dalla Fiaf Nazionale a far parte di un team facente capo al Dipartimento Cultura con l’incarico di Tutor fotografico.

Nel 2017, a seguito di tale incarico della Fiaf, in collaborazione con Marco Brioni, altro tutor mantovano, ha coordinato un Laboratorio Fotografico che riunisce tutti i Circoli fotografici del Mantovano, con il compito di fare un percorso formativo e di crescita che porti alla realizzazione di un progetto nazionale dal titolo “Capolinea”.

Nello stesso anno ha partecipato alla Mostra Collettiva “Capolinea” al Festival della Fotografia “ColornoPhotoLife” a Colorno prima e a Mantova successivamente. Nell’ambito dello stesso Festival è’ stata selezionata, in qualità di autore singolo, ad esporre l’opera “Argento” nella Reggia di Colorno.

Sempre nel 2017 ha partecipato ad un Seminario dal titolo “Script Photography”, Fotografia e scrittura “di strada”, tenutosi a Bologna dalla fotografa, scrittrice ed esperta in ordinamento e valorizzazione di archivi fotografici, Simona Guerra.

A seguito del progetto nazionale della Fiaf del 2015 “Tanti per tutti” a fine anno 2017, mettendo a disposizione i propri scatti, ha collaborato con un’Associazione di volontariato alla realizzazione del calendario 2018.

Nel 2018 partecipa ad una Mostra Collettiva, “Mantovana.3”, presso la Galleria 1 Stile di Mara Pasetti a Mantova, tema “l’Amore”, con una fotografia che racconta dei bambini abbandonati alla nascita.
Sempre nel 2018 viene selezionata ed espone, in una mostra collettiva presso il Centro Italiano della Fotografia d’Autore a Bibbiena (Arezzo), due progetti fotografici inerenti al progetto Nazionale promosso dalla Fiaf “La Famiglia in Italia”. Le fotografie esposte fanno parte anche del libro curato dalla Fiaf “La Famiglia in Italia”. Con gli stessi progetti partecipa ad una Mostra Locale Collettiva, promossa dalla Fiaf, a Castel Goffredo (MN). Contestualmente, in qualità di tutor fotografico della Fiaf facente parte al Dipartimento Cultura, coordina un Laboratorio Fotografico che riunisce diversi fotografi della provincia di Mantova sempre avente come tema “La Famiglia in Italia”, mentre dalla fine del 2018 coordina il nuovo Laboratorio Fotografico con tema “L’Effimero e l’Eterno” che andrà a svilupparsi nel 2019.
Sempre nel 2018 partecipa ad un Workshop sulla Street Photography con Umberto Verdoliva e viene invitata dal Museo Nazionale della Fotografia di Brescia a far parte della giuria del 45° concorso nazionale Premio Brescia 2018.
Nel 2019 partecipa all’Workshop “Raccontare un evento con la fotografia” tenuto dal fotografo professionista Giovanni Marrozzini presso Palazzo Te a Mantova.
Nel Dicembre 2019 presenta la sua terza personale a Mantova presso il Museo Diocesano Francesco Gonzaga dal titolo “Amorevolezza” – il dolce rumore della vita -, risultato del progetto Nazionale promosso dalla Fiaf nel 2015 “Tanti per tutti”, manifestazione riconosciuta dalla Fiaf.
Nel 2020, durante il periodo del lockdown, partecipa ad un corso online, della durata di sei settimane, organizzato dal MOMA di New York dal titolo “Seeingh Through Photographs” ottenendo, dopo aver superato i vari step, un Diploma di Partecipazione al Corso.
Nello stesso anno, partecipa al Workshop organizzato dalla Biennale di Fotografia Femminile di Mantova, tenuto da Sara Lando, dal titolo “Ritratto creativo” e una fotografia del progetto “Argento” diventa la copertina del libro “Lo scrigno-Tante storie nella Storia Castellana-” a cura di M.G.Lusuardi e M.L. Reggiani e edito dall’Associazione “El Castel” di Castel Goffredo.

Sempre nel 2020 coordina il nuovo Laboratorio Fotografico con tema “Ambiente, Clima, Futuro” che andrà a svilupparsi nel 2021/2022.
Nei primi giorni del 2021 partecipa alla “Portrait Call” con il fotografo ritrattista Efrem Raimondi, il maestro lo presenta così “Tutto il percorso si snoda tra ritratto e fotografia. Sottolineando la necessità vitale di oltrepassare il genere.”

Nel mese di Luglio 2021 riceve dalla Fiaf l’onorificenza BFI  (Benemerito della Fotografia Italiana):

Benemerito della Fotografia Italiana
Benemerito della Fotografia Italiana

A Luglio del 2021 espone in una mostra fotografica collettiva,  due portfolio sulla tematica della “violenza sulla donna”  e a Giugno del 2022, nell’ambito del progetto nazionale Fiaf “Ambiente, Clima, Futuro” espone “Il futuro è nella nostra terra”.

Nel mese di Marzo 2022 ha partecipato all’Workshop di Nudo tenuto da Letizia Battaglia, “Nuda come la terra madre”.

A Ottobre del 2022 espone in una mostra personale dal titolo “Bucaneve-dove tutto è colore” con la finalità di richiamare l’attenzione sulla tematica della disabilità, al fine di sensibilizzare ed evidenziare che “la vera disabilità è negli occhi di chi guarda, di chi non comprende che dalle diversità possiamo solo imparare” (Iacopo Melio).

Tale mostra viene poi riproposta a Mantova, a Settembre del 2023, in occasione del Festivaletteratura, con la contestuale presentazione dell’omonimo libro fotografico. L’evento ha avuto il riconoscimento della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche ed il Patrocinio della Provincia di Mantova sensibile a tale tematica.

A Dicembre 2023, su richiesta della Provincia di Mantova e con l’appoggio dell’Unione Italiana Ciechi, realizza il Calendario 2024 “LO SPORT E’ PER TUTTI” dedicato alle associazioni mantovane che si occupano della pratica e diffusione delle discipline sportive tra le persone con disabilità.

Dall’inizio del 2024 coordina il nuovo Laboratorio Fotografico Fiaf con tema “Totem e Tabù”.

In tutti questi anni, inoltre, ha avuto la possibilità di fare numerose esperienze in qualità di fotografa matrimonialista e di fotografa di vari eventi culturali e commerciali, arricchendosi sia dal punto di vista tecnico che umano.

… “Il mio lavoro – passione, lo vivo e lo interpreto come l’atto che, mentre ferma l’immagine, cerca di catturare anche l’emozione che si crea fra me ed essa, materia impalpabile, ma indispensabile, come la luce. Scatto dopo scatto il tempo non è più tempo, predominante è il dialogo intenso e magico che va oltre l’obiettivo e si instaura tra me e la persona che sto fotografando.”